xxx





xxx

Nel PST 2017-2022 aree protette sempre più protagoniste

Il ministro Dario Franceschini: "Il turismo sostenibile e di qualità resta al centro dell'azione di governo". La soddisfazione di Federparchi

19 Dicembre 2016

E’ stato presentato nei giorni scorsi il Piano strategico per il turismo 2017-2022, con le aree protette italiane sempre più protagoniste. E’ stato proprio il ministro Dario Franceschini a sottolineare come il turismo sostenibile e di qualità resti al centro dell’azione di governo. Federparchi Europarc Italia esprime soddisfazione per questo passaggio, che ci riguarda da vicino.    

   Già approvato all’unanimità dal Comitato Permanente per la promozione del turismo in seduta plenaria (il 14 settembre scorso) e poi dalla Conferenza permanente per i rapporti tra Stato, Regioni e Province autonome di Trento e di Bolzano (il 15 settembre), il PST è stato licenziato nella seduta del consiglio dei Ministri di metà dicembre e successivamente trasmesso alle commissioni parlamentari di Camera e Senato per il relativo parere. La versione definitiva (in allegato) vede confermate le seguenti linee di intervento che interessano i parchi:

 "A.2.4: Sostegno alla strategia nazionale per i parchi e le aree protette, aree rurali e aree interne"

 "A.2.5: Qualificazione della metodologia e dei processi CETS (Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette) anche per l'offerta turistico culturale". 

  Da sottolineare che il Piano riserva davvero un'inedita attenzione alle aree protette (sono citate ben 23 volte) e, nello specifico, il Governo si assume con il PST un impegno importante da portare avanti, ovvero quello di contribuire a far sì che le aree protette, nel pieno rispetto della loro prioritaria mission di tutela delle risorse naturali, divengano un prodotto turistico ben determinato, in grado di proporsi in modo competitivo sul mercato attraverso un’efficace azione di qualificazione dell’offerta, a partire dalla comunicazione del territorio".


IUCN
Versione ItalianaEnglish VersionDeutsche ÜbersetzungVersion française
La newsletter di Federparchi

© 1995/2017 - Federparchi - Via Nazionale 230 - 00184 Roma - p.iva 02623250400